tree
saline_Copia

Spazio difensibile

La valutazione del rischio e l'individuazione di misure di mitigazione può essere condotta secondo procedure empirche o schemi di analisi di diversa complessità, ma anche con semplici test di autpovalutazione. Questi ultimi sono utili per valutare i rischi preenti, ad esempio, nel caso di case per vacnza. Uno di questi test è stato proposto nell'ambito del progetto EU MIRTO "Minimizing fire risks for tourists".  

Valutazione del pericolo di incendio

Il tema della prevenzione degli incendi boschivi è da tempo tra gli ambiti di intervento che Attalea ha sviluppato e curato con particolare attenzione. L'esperienza accumulata negli anni ci ha consentito di sviluppare una serie di proposte particolarmente innovative ed efficaci che possono trovare applicazione nella protezione delle persone, del territorio, delle infrastrutture.

Le diverse proposte sono risultate di interesse sia per la protezione di edifici e strutture isolate come per la difesa di are di interesse naturalistico di particolare valore nonché strutture turistiche.

Prevenzione degli incendi boschivi

Sistema di detezione precoce   Alert100

Sistema di difesa attiva Adronos

Valutazione e previsione  del pericolo di incendio

Campagne di informazione e sensibilizzazione

Incendio in vista caseù

La valutazione del pericolo di incendio è un processo orientato all’analisi della combinazione dei fattori costanti e variabili che determinano l’innesco, la propagazione e la difficoltà di controllo di un incendio. Il risultato di questa valutazione è un valore numerico che descrive sinteticamente la condizione rilevata o prevista.

L’intervento proposto è indirizzato prevalentemente agli enti di gestione di aree protette e prevede l’elaborazione in continuo di un indice di pericolo sulla base di dati stazionali e misure meteorologiche locali. La disponibilità di valutazioni puntuali consente di individuare con maggiore precisione interventi di prevenzione, divieti o controlli che possono essere messi in atto in relazione alle condizioni rilevate.  

Le informazioni elaborate possono essere trasmesse al pubblico per stimolarne la consapevolezza e l’attenzione.

Il sistema di detezione precoce e allarme Alert 100 consente di individuare un principio di incendio che oltrepassi una linea al suolo materializzata da uno steccato dotato di un sensore di temperatura lineare. Questo è in grado di rilevare modeste alterazioni di temperatura e inoltrare un segnale ad una centralina da cui possono essere lanciati avvisi di allarme. Questi avvisi destinati agli addetti alla lotta agli incendi consentono interventi più temepstivi e puntuali.

Alert100 schema Alert100 Alert100 Alert100 foto

Il sistema impiega tecnologie ampiamente sperimentate in campo industriale ed è indirizzato alla difesa di aree di pregio naturalistico, strutture turistiche, infrastrutture tecnologiche isolate (es. ripetitori TV o radio). Il sistema è stato inoltre adottato lungo linee ferroviarie nelle tratte dove l'uso dei freni dei convogli provoca con frequenza l'innesco di principi di incendio.

Il sistema è particolarmente interessante per la protezione di strutture turistiche quali campeggi o villaggi vacanze, spesso in posizione isolata e particolarmente vulnerabili per la presenza di un'elevata densità di ospiti. Qui il sistema Alert100 può fornire un importantissimo contributo alla protezione delle persone e delle strutture individuando precocemente incendi sia di giorno che di notte.

La difesa di strutture turistiche, aree naturalistiche o infrastrutture tecnologiche che possano essere interessate da incendi boschivi trova nell'adozione di sistemi di difesa attiva un'efficace opportunità.

Si tratta di impianti di distribuzione di acqua o acqua/ritardante che viene distribuita al suolo prima dell'arrivo del fuoco. Il sistema, originariamente impiegato negli USA per la difesa degli edifici, può essere adottato per fermare l'avanzata del fronte del fuoco.

La difesa di aree naturalistiche, come di strutture turistiche o infrastrutture tecnologiche che siano  interessate da incendi boschivi può essere resa più efficace dall’adozione di sistemi di difesa attiva in grado di ridurre velocità della propagazione del fuoco in attesa dell’intervento del personale dedicato alla lotta agli incendi.

Si tratta quindi di una problematica che riguarda siti e strutture posti in aree isolate, talvolta problematiche da raggiungere e che, come nel caso di campeggi e villaggi vacanze,  richiedono una particolare attenzione per la presenza di numerosi ospiti.

La proposta elaborata da Attalea si chiama Adronos ed è rappresentata da un impianto di distribuzione di acqua o miscela di acqua + ritardante in grado di fronteggiare l’avanzata del fronte del fuoco. Il sistema può essere azionato manualmente o in automatico, collegandolo in questo secondo caso ad un impianto di sensori termici posti ad adeguata distanza.

sprinkler2

Gli ambiti di intervento riguardano sia la prevenzione degli incendi boschivi che la difesa  dal fuoco. Un ulteriore ambito di interasse è la predisposizione di programmi e azioni volti a incrementare la consapevolezza del pubblico e a promuovere comportamenti prudenti e corretti.

fire danger Clemson_down_logs meteo station forest

Valutazione dellle condizioni di pericolo locali

Obiettivo di questa azione, propedeutica all'adozione di sistemi di detezione di principi di incendio o di difesa, è la valutazione di condizioni stazionali che possano favorire l'innesco involontario di incendi e la loro propagazione.

La valutazione è indirizzata prevalentemente all'esame della biomassa viva e morta che si trova nelle immediate vicinanze dell'area o della struttura da proteggere. La valutazione segue una procedura codificata che consente di individuare gli interventi operativi.

pericolo

L'informazione e la sensibilizzazione rispetto al tema degli incendi boschivi rappresentano due caposaldi della loro prevenzione. L'informazione  può essere diretta ad un pubblico generico ma l'efficacia di queste azioni di prevenzione è maggiore individuando specifici gruppi target.

Informazione e sensibilizzazione hanno come obiettivo la riduzione del numero di incendi ma anche una più efficace protezione delle persone, delle cose, dell'ambiente.

holiday v.20

Attalea ha sviluppato nell'ambito di diversi progetti ampi programmi in tal senso con la produzione di brochure, video, totem, ecc.

Per la realizzazione di queste iniziative si avvale di specifiche figure della comunicazione, ma anche di psicologi delle emergenze in grado di rendere più efficaci i messaggi e le modalità di comunicazione.

La stima delle condizioni di pericolo a livello locale, come può essere il caso di un’area protetta, assume un particolare significato quando si sviluppa a partire da dati rilevati nella stessa area offrendo quindi maggiore tempestività di intervento e un elevato dettaglio spaziale.

In questo caso l’informazione che viene fornita può contribuire a stimolare un’ampia partecipazione del pubblico a vigilare sull’eventuale innesco di roghi.

L’importanza delle prevenzione degli incendi boschivi è rinforzata dalle conclusioni di recenti studi inerenti i  cambiamenti climatici che fanno ritenere che alle nostre latitudini  vi potrà essere un incremento del numero degli incendi boschivi e della durata della stagione degli incendi.

 

Il sistema proposto utilizza quale base dati prevalente le rilevazioni di una o più stazioni meteorologiche di elevata qualità. Queste devono essere posizionate in modo tale da rappresentare le condizioni meteorologiche del territorio in esame e la loro variabilità. Questa strumentazione è collegata ad un sistema di elaborazione dei dati in costante funzione. Un applicativo ad hoc estrae i dati  elaborati e propone ad intervalli cadenzati i valori dell’indice di pericolo suddiviso per classi di intensità.

Un sistema di messaggistica (via mail, SMS, ecc) distribuisce le informazioni giornaliere agli operatori abilitati.  Una App dedicata permette di disporre delle informazioni su smartphone.

Adronos, mediante un sistema di distributori (sprinkler) al suolo, distribuisce l’acqua o la miscela ritardante su una striscia di 10 m di larghezza sul lato minacciato dal fuoco.

Il sistema può essere dotato di un modulo anemometrico che permette di attivare e dosare gli sprinkler anche in funzione del vento.

Il liquido ritardante distribuito al suolo è in grado di modificare sostanzialmente le condizioni di combustione arrestando o riducendo la velocità del fuoco. Le formulazioni del liquido utilizzato non hanno effetti ambientali.

Possibilità di finanziamento mediante fondi

FEASR- PSR 2014-2020

Sottomisura 8.3

 

in preparazione

Retardant quadata

Particolarmente interessante è il programma di informazione e sensibilizzazione elaborato da Attalea nell'ambito della prevenzione degli incendi boschivi predisposto nei confronti di specifici gruppi di interessati quali

turisti,

agricoltori,

proprietari di seconde case,

ecc.

Il sistema può essere adottato per il controllo e la protezione del perimetro di aree di estensione contenuta (perimetro massimo di 3 - 6 km) e può essere collegato a sistemi di difesa attiva (vedi oltre).

totem3

Ciò consente di ridurre sensibilmente la possibilità di innesco di principi di incendio e, in secondo luogo, di contenere la propagazione di eventuali fronti che dovessero lambire l'area o la struttura.

La valutazione si avvale di specifici software di simulazione.

FEASR Logo Valper